SPERONE CALCANEARE

SPERONE CALCANEARE

È un fatto noto che i muscoli siano attaccata alle ossa, anche se non si
adatta alla maggiore parte della miofascia, quella plantare è un buon
esempio di ciò.

le persone che corrono sulla avampiede per esempio, quelle che per qualche
ragione causano ripetute tensioni sulla fascia plantare, trascinano
costantemente l’inserzione calcaneare della fascia plantare.

Poiché questa fascia non è realmente attaccata al calcagno, ma piuttosto si
unisce al suo rivestimento di periostio come se fosse una pellicola di
plastica, può accadere in alcuni casi che il periostio venga
progressivamente tirato fino ad allontanarsi dall’osso, creando uno spazio,
una sorta di tenda tra queste strutture è l’osso.

Tra la maggior parte del periostio e relativo osso ci sono parecchi
osteoblasti, le cellule che fabbricano le ossa, queste cellule puliscono e
ricostruiscono di continuo la superficie esterna dell’osso.

Gli osteoblasti sono programmati per riempire il sacco del periostio, sia
nella fase iniziale di creazione che durante la continua manutenzione delle
ossa associate.

Coloro che sforzano ripetutamente la fascia plantare probabilmente
provocheranno fasciti plantari lungo un tratto di superficie plantare che
diventerà dolorante e infiammato.

Se invece, il periostio del calcagno cede e si allontana dall’osso, allora
gli osteoblasti riempiranno la tenda sotto il periostio creando così uno
sperone osseo.

Lo sperone stesso e il processo di stimolazione sono naturali e non
dolorosi, il dolore si presenta se lo Sperone interferisce nervo
sensitivo, come spesso accade con lo sperone calcaneare.